Il profeta – Mikhail Lermontov

Da quando l'eterno giudice
Mi è stata data l'onniscienza di un profeta,
Ho letto negli occhi delle persone
Pagine di cattiveria e vizio.

Sono diventato per proclamare l'amore
E le verità sono insegnamenti puri:
In me tutti i miei vicini
Lanciavano pietre all'impazzata.

Ho cosparso la cenere sulla testa,
Sono fuggito dalle città come un mendicante,
E ora vivo nel deserto,
Come gli uccelli, il dono del cibo di Dio;

Il patto di conservazione eterna,
La creatura è sottomessa a me lì sulla terra;
E le stelle mi stanno ascoltando,
Raggi che giocano con gioia.

Quando attraverso la rumorosa grandine
Mi faccio strada frettolosamente,
Lo dicono gli anziani ai bambini
Con un sorriso orgoglioso:

"Guarda: ecco un esempio per te!
Era orgoglioso, non andava d'accordo con noi.
Stupido, voleva assicurarci,
Che Dio parla con la sua bocca!

Vedere bene, bambini, a lui:
Com'è scontroso, magro e pallido!
vedere, com'è nudo e povero,
Come tutti lo disprezzano!»

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Korney Chukovsky