Lilla – Boris Pasternak

Mettiamo, ronzio dell'alveare,
E il giardino sta annegando nell'intruglio,
E gli schienali delle sedie di paglia,
E neri granelli di tafani.
E improvvisamente viene annunciato il riposo,
E ovunque lasciano cadere cose:
Gioventù lontana nei favi,
Il lilla grigio fiorì!
Da qualche parte i carri e l'estate,
E il tuono apre i cespugli,
E l'acquazzone rotola nelle cassette
Bellezza ricostruita.
E il carrello si riempie un po '
Camera d'aria rotante,
Edificio in cera lilla,
Vai al cloud, galleggia.
E le nuvole stanno giocando a bruciatori,
E si sente il discorso dell'anziano,
Cosa ti servono i lillà in un piatto
Decantando e drenando.

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Korney Chukovsky