tradurre in:

C'era una volta un re. Il suo nome era Eliseo. Era molto importante e stupido. E c'era il figlio di un re – eroe e bello, – coraggioso principe romano. E il pensiero di sposare romana. Ma dove trovare una buona moglie? è stato, naturalmente, vicino a molte belle spose – figlia del re vicini. Ogni avrebbe volentieri seguito il giovane principe. Ma il re non li sentisse, – quindi è stato un importante e sciocco.

– ricordare, – ha detto al principe, – voi – mio figlio, e tu prenderai una moglie in più notevole, il più ricco, la ragazza più bella, che non è mai accaduto nel mondo!

E vengo al re, astuto mago con una lunga barba bianca, Si inchinò tre volte a lui e gli disse::

– Da nessuna parte in tutto il paese non è bello, che sarebbe degno di essere la moglie di tuo figlio coraggioso. Ma dietro l'angolo, lontano, il vecchio re vive Hodinamelya bella principessa Yasnosveta. ogni notte, appena diventato scuro, dal viso e vestiti vengono lucentezza, sia la luna celeste. E ti dirò un grande segreto, che nessuno conosce, – Questa ragazza davvero Luna!

– Perchè la Luna – nei cieli! – gridò il re.

– no! – Ho risposto con una procedura guidata profondo inchino, sorridendo alla sua lunga barba. – Ogni mattina si scende dal cielo alla terra, le figlie del re Hodinamelya, e sport con loro in giardino, e tutti la chiamano Yasnosvetoy. E solo la sera, nel buio, lei vola via dalla terra al cielo.

King è stato molto contento Eliseo:

– grazie, saggio mago! ci, nei cieli, tra le stelle che hai trovato la moglie di mio figlio. luna celeste! La sorella del sole Onnipotente! Qui ci sono geloso di me tutti gli altri re e regine!

E senza un attimo di esitazione, ha dotato il figlio di un lungo viaggio, e si precipitò al regno di Molto Molto Lontano al glorioso re Hodinamelyu e lo vide nel palazzo della bella principessa Yasnosvetu.

Il re non era il padre Hodinamel Yasnosvety. Una bambina è andata al suo palazzo e andò a vivere nella sua, insieme con le figlie. Nessuno sapeva, dove il padre e la madre, dove.

E 'stato davvero una bellezza. E i suoi occhi brillavano come stelle, quando un principe coraggioso le ha detto,, lui vuole sposarla. Si è innamorata a prima vista di principe e subito accettato di andare con lui nel suo paese d'origine.

Molto felice il re Eliseo, quando un principe romano coraggioso ha portato al suo palazzo Yasnosvetu.

solo fantasia, ciò porterà ricchezza al re e il principe! Dopo tutto, è più ricco di tutte le spose: lei e il mare, e foreste, e nuvole, e le stelle d'oro puro!

E per festeggiare, il re fece un matrimonio jolly sciocco. E invitato alle nozze tutti i re e le regine dei paesi vicini e lontani. "Venite tutti e l'invidia: mio figlio si sposa una luna celeste!»

Il matrimonio ha attirato molti visitatori, e sono tutti molto dispiaciuti, che non potrà mai, Non hanno mai vedere la luna nel cielo!

La notte sarà nero, sebbene non uscire dal cancello. sviare, soboshsya la strada. la luna è ora splende unico re di Eliseo e suo figlio romano, e tutte le altre persone – tutto, come ci sono! – rimanere senza luna, nel buio.

Particolarmente buono re diventare triste Pantelei, signore di un regno d'oltremare. Guardando la principessa Yasnosvetu, ha ricordato la figlia morti, che dodici anni fa, è scomparso da casa. Cercò ovunque e da nessuna parte. Ora si guarda Yasnosvetu e non mangiare né bere e sospira. Yasnosveta così tanto come lui figlia morta.

Eliseo il re felice. Si siede sul suo trono e ride.

– Che cosa siete depressi? – dice ai suoi ospiti. – Geloso di me e mio figlio Romano? che, cari amici, stretto si deve, senza la luna. si Namuchaetes al buio. Ma ho, nel mio regno, la luna splenderà per tutto l'anno – dall'alba al tramonto – e non da qualche parte, e qui, tavolo! ora lei – nostro, il mio, e io non la lascerò nel cielo. Inutile il suo camminare tra le nuvole e le stelle!

E il re Eliseo rise ancora più forte.

Ma è successo a tutti gli ospiti? Perché guardano fuori dalla finestra e sussurri e spingendo a vicenda con i gomiti?

Il re guardò allo stesso, che sembrava più, e subito smesso di ridere. vide, nel cielo, come se nulla fosse accaduto brilla rotondo grande luna, e la sua luce argentea versato attraverso i campi ei boschi circostanti.

E guardandola, e ridere, e gioire.

– Che sciocco che, il re di Eliseo! – ad alta voce si parlano tra loro. – Ha ingannato il suo stregone astuzia! Ha pronunciato una sciocchezza, E credeva, se i corpi celesti possono andare alla nostra terra.

Il re si alzò dal suo trono, Ho corso verso lo stregone e lo ha attaccato con i pugni:

– Oh, è bugiardo spudorato! A causa di voi, ora ero in un pazzo! Voleva sposare il figlio verso la Luna, e lei lo ha sposato a un orfano miserabile, di nishtenke, che non ha un centesimo per il suo.

– no, lei non è un orfano! falsità! – inaspettatamente re pianto Panteley. – L'ho trovato, il mio Yasnosvetu! lei – la mia unica figlia. Ha rubato i miei ladri male e la portò al re Hodinamelyu. Ed ora è venuto verso di me!

E il re Pantelei si precipitò ad abbracciare Yasnosvetu. E ancora una volta, seduti al tavolo e banchettato per tre giorni e tre notti. E un principe romano coraggioso, seduto a un tavolo con Yasnosvetoy, mille volte ripetuto a lei, che per lui è più caro luna, bel sole.

La luna splendeva nel cielo, e sembrava, ci, in altezza, tra le nuvole e le stelle, ride di stupido re, che avrebbero creduto favole, ha parlato il suo stregone astuzia.

Articolo più letto versi Chukovsky:


Tutti poesie (contenuti in ordine alfabetico)

lascia un commento